“METTI VIA SUBITO QUEL CELLULAREEEEEEE!!!!!!”

“ HAI PRESO 5? ANCORA? È ORA DI FINIRLAAAAAA”

“ BASTA CAPRICCIIIII!!!!!!”

Ti sembra di riconoscerti in questi toni arrabbiati ed accusatori?

Pur essendo un genitore innamorato di tuo figlio e spinto dalle più buone intenzioni, direi che è piuttosto comprensibile qualche momento di rabbia e di perdita di pazienza.

Peccato che sia totalmente controproducente.

E sai perché?

Perché il cervello umano è straordinariamente intelligente e, non appena riconosce un pericolo, istintivamente si difende.

Quando tu attacchi, urli od accusi tuo figlio, il suo cervello rettiliano ti vede come un pericolo e mette in atto tutta una serie di meccanismi naturali per proteggersi

RISULTATO: tuo figlio non può ascoltarti.

Shares