Hai gestito la situazione con grande competenza, hai comunicato in modo consapevole, hai scelto il momento più opportuno per parlare a tuo figlio, hai adottato un comportamento efficace, hai mantenuto la calma…. insomma, un vero maestro della pedagogia più strategica.

Tuo figlio ha ascoltato e capito, ma, quando è il momento di rispettare la regola condivisa, perde il controllo.

La sua frustrazione nello spegnere la TV, o nello staccarsi dai videogiochi, o nel riporre il cellulare, o nel mettersi a fare i compiti prende il sopravvento. Comincia ad urlare, a piangere, ad arrabbiarsi con te, ad accusarti di tutte le colpe del mondo.

E tu, che sei stato così straordinario fino a quel momento…. ad un certo punto non gliela fai più.

Ha cominciato tuo figlio e tu non puoi sopportare tutta quella rabbia, quindi… cominci a rispondergli a tono (reazione più che comprensibile, ma purtroppo poco utile).

Conclusione? Un rumoroso conflitto che distrae tuo figlio dal contenuto della regola e lo immerge dentro ad emozioni per lui ingestibili.

Risultato: la relazione si rompe e tuo figlio , la volta successiva, perpetuerà il medesimo comportamento e non imparerà a rispettare la regola concordata.

Shares