Perché i nostri figli a volte si chiudono e a volte ci ascoltano?

Il nostro cervello ha due tendenze contrapposte, ma entrambe fondamentali per vivere: una parte è costantemente in allerta, controlla l’eventuale presenza di pericoli e ha la funzione straordinaria di proteggerci e garantirci la sopravvivenza.

Questa prima parte del cervello ha permesso all’uomo primitivo di sopravvivere alle situazioni più impervie e nel corso di milioni di anni si è superallenato a riconoscere tutti i segnali di eventuali minacce.

È un radar sensibilissimo a cui basta percepire uno sguardo, un movimento, un tono della voce, un rumore, a volte anche solo una sensazione per far scattare l’allarme. Solo così ha permesso all’uomo di scappare dai pericoli, o combatterli o risolverli.

Un’altra parte invece è alla ricerca della socialità, del gruppo, dello stare insieme. Anche questo aspetto ha permesso ai nostri antenati di sopravvivere, perché solo il condividere le situazioni, condividere i ruoli, condividere le idee ha permesso loro la sopravvivenza in contesti estremamente difficili.

Solo in questo modo gli uomini sono riusciti a proteggersi reciprocamente, a cacciare, a raccogliere, a provvedere alla prole. Il gruppo e i ruoli hanno permesso loro di affrontare le difficoltà e trovare soluzioni.

Un uomo, da solo, non sarebbe stato in grado di vivere a lungo.

Noi oggi abbiamo ricevuto in eredità questi due cervelli: uno in allerta, attento, pronto alla reazione veloce, che immediatamente risponde con la chiusura, o l’attacco o la difesa; l’altro aperto, disponibile, in cerca di relazione, di condivisione, di gruppo, di socialità, di ricerca dell’altro.

Quando noi comunichiamo abbiamo il potere di stimolare nel nostro interlocutore uno dei due cervelli:

  • Possiamo stimolare la sentinella guerriera e quindi la sua voglia di difendersi, di chiudersi e di attaccare
  • O possiamo stimolare la sua parte sociale, pronta ad ascoltare, ad aprirsi, a condividere, ad imparare, a confrontarsi, a cercare una relazione.

Ecco perché i nostri figli a volte si chiudono e a volte ci ascoltano.

Clicca qui sotto per ascoltare il Podcast:

RICORDA:

Se hai una richiesta, puoi contattarmi scrivendo qui .

I miei prodotti li trovi qui .

Per iscriverti al mio canale YouTube clicca  qui .

Per iscriverti alla mia Newsletter clicca qui.

Unisciti al Canale TELEGRAM Risposte PedagogicheFacebookTelegramLinkedInWhatsApp